Scarsa offerta e prezzi alle stelle frenano l’immobiliare americano

(Teleborsa) – Altro mese positivo per il mercato immobiliare statunitense.

A marzo, fa sapere l’Associazione Nazionale degli Agenti Immobiliari (NAR), le vendite di case esistenti hanno mostrato un incremento dell’1,1% a 5,6 milioni di unità rispetto ai 5,54 milioni precedenti. Battute le attese degli analisti che invece avevano indicato un totale di 5,55 milioni di unità vendute.

Si tratta del secondo mese consecutivo di aumenti, anche se il dato è inferiore dell’1,2% rispetto allo scorso anno.

“Il miglioramento dell’economia sta spingendo i cittadini all’acquisto di abitazioni ma le vendite sono inferiori allo scorso anno a causa della scarsa offerta e dell’aumento dei prezzi“, ha dichiarato Lawrence Yun, capo economista NAR.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Scarsa offerta e prezzi alle stelle frenano l’immobiliare americ...