Saudi Aramco, l’IPO si farà. Ma quando?

(Teleborsa) – L‘Arabia Saudita non ha alcuna intenzione di rinunciare alla quotazione di Saudi Aramco, anche se non è stata ancora presa decisione alcune su modalità e tempistiche.

Il Ministro saudita per l’energia Khaled al-Faleh ha respinto le voci di stampa circa un possibile dietrofront spiegando che “il Governo resta impegnato nell’IPO”, che avverrà quando sarà ritenuto opportuno, ossia “quando le condizioni del mercato saranno ottimali”. In ballo anche l’acquisizione di attività petrolifere nel downstream pianificate nei prossimi mesi.

Sono ormai due anni che si attende lo sbarco in Borsa del colosso petrolifero. Nel 2016 il principe ereditario Mohammed bin Salman aveva annunciato l’intenzione di quotare il 5% della società in due Listini diversi, quello domestico di Riad e una piazza internazionale.

Allora i funzionari sauditi avevano calcolato che l’IPO sarebbe stata la maggiore di sempre e avrebbe valutato Saudi Aramco circa 2 mila miliardi di dollari. Tra le possibili Borse candidate ad ospitare il gigante figurano Londra, New York e Hong Kong. 

A inizio 2018 il London Stock Exchange ha modificato il proprio regolamento sulle quotazioni. Cosa che, secondo molti, potrebbe aumentare le chance della City di accogliere il flottante monstre di Saudi Aramco. 

Saudi Aramco, l’IPO si farà. Ma quando?