Saras in difficoltà per via dei margini di raffinazione

(Teleborsa) – Inizia male la giornata per il titolo della società energetica, che esibisce una perdita del 4,17% dopo una sospensione al ribasso. A deprimere le azioni i dati sul margine di raffinazione medio dell’area Mediterraneo, sceso a 2,70 dollari al barile dai 3,60 dollari della settimana precedente

La tendenza ad una settimana di Saras è più fiacca rispetto all’andamento del FTSE Italia Mid Cap. Tale cedimento potrebbe innescare opportunità di vendita del titolo da parte del mercato.

Il contesto tecnico generale evidenzia implicazioni ribassiste in via di rafforzamento per il Gruppo attivo nella raffinazione, con sollecitazioni negative tali da forzare i livelli verso l’area di supporto stimata a 1,688 Euro. Contrariamente alle attese, invece, sollecitazioni rialziste potrebbero spingere i prezzi fino a quota 1,739 dove staziona un importante livello di resistenza. Il dominio dei ribassisti alimenta attese negative per la prossima sessione con target potenziale posto a quota 1,669.

Le indicazioni sono da considerarsi meri strumenti di informazione, e non intendono in alcun modo costituire consulenza finanziaria, sollecitazione al pubblico risparmio o promuovere alcuna forma di investimento.
(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Saras in difficoltà per via dei margini di raffinazione