Saras, GDF acquisisce documenti per inchiesta su greggio di origine curda

(Teleborsa) – Saras, società quotata sull’MTA e attiva nel settore della raffinazione del petrolio e nella produzione di energia elettrica, ha reso noto che oggi, su mandato della Procura Distrettuale di Cagliari e nell’ambito delle indagini relative all’acquisto di grezzo di origine curda, la Guardia di Finanza ha effettuato un’acquisizione di documentazione relativa al modello organizzativo e ai verbali dell’organismo di vigilanza di Saras, presso la sede della Società a Sarroch.

Le vicende erano già state rese note nei comunicati stampa della società dell’8 e 9 ottobre 2020, e Saras “ha come sempre fornito piena collaborazione alle indagini e ribadisce l’assoluta fiducia nella rapida attività dell’autorità giudiziaria, volta a chiarire prontamente la posizione della società in merito all’iniziativa investigativa”, sottolinea una nota.

Modesto recupero sui valori precedenti per Saras, che passa di mano in progresso dello 0,77%, portandosi a 0,7606. Operativamente le attese sono per un proseguimento della giornata in senso positivo con resistenza vista a quota 0,7717 e successiva a 0,7981. Supporto a 0,7453.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Saras, GDF acquisisce documenti per inchiesta su greggio di origine cu...