Saras a picco dopo la riduzione della quota di Rosneft

Profondo rosso per la società energetica, che esibisce un pesante ribasso del 10,50% in Borsa, in scia al collocamento di una quota della major petrolifera russa Rosneft. La compagnia energetica russa ha collocato il 9% dle capitale ad un prezzo di 1,9 euro per aizone, riducendo la sua partecipaizone al 12%.

La tendenza del titolo analizzata su base settimanale mostra un andamento analogo a quello del FTSE Italia Mid Cap. Ciò significa che il titolo viene supportato da elementi provenienti dal mercato piuttosto che da notizie legate alla società stessa.

Lo status tecnico di breve periodo di Saras mette in risalto un ampliamento della performance positiva della curva con prima area di resistenza individuata a quota 1,905 Euro. Rischio di eventuale correzione fino al target 1,843. Le attese sono per un aumento della trendline rialzista verso l’area di resistenza 1,967.

Le indicazioni sono da considerarsi meri strumenti di informazione, e non intendono in alcun modo costituire consulenza finanziaria, sollecitazione al pubblico risparmio o promuovere alcuna forma di investimento.
(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Saras a picco dopo la riduzione della quota di Rosneft