Sanità, arriva il ticket in base al reddito e 2 miliardi in più per la Sanità

(Teleborsa) – La Manovra 2020 porta con sé una riforma del sistema sanitario, sotto forma di una maggiore gradualità della compartecipazione alla spesa, eliminando il superticket, giudicato “discriminatorio”, ed introducendo un meccanismo di contribuzione in base al reddito.

“Si rende necessaria – si legge nella NADEF – una progressiva rivisitazione dell’attuale sistema di compartecipazione sulla base delle condizioni economiche reddituali, finalizzato a rendere il sistema più omogeneo ed equo”.

Il nuovo sistema dovrebbe istituire un ticket basato su fasce di reddito con un tetto massimo di spesa all’anno. Lo stanno mettendo a punto i tecnici del Ministero della salute ed il Ministro Roberto Speranza, che ha spiegato che il riordino del ticket verrà fatto con un criterio di progressività, secondo il “principio che chi ha di più deve pagare di più, chi ha di meno deve pagare di meno”. E poi ha fatto cenno all’eliminazione del superticket, dichiarando “abbiamo scritto per la prima volta che è sbagliato e che va superato e mi impegnerò perché avvenga nel più breve tempo possibile”.

Come funziona oggi il SSN? Attualmente il ticket viene pagato da tutti eccetto coloro che sono esenti per reddito, perché hanno un reddito annuo inferiore ai 36 mila euro ed età superiore a 65 anni o inferiore a 6, oppure coloro che hanno una patologia cronica o grave. Le visite specialistiche costano 36 euro e poi c’è il famoso superticket di 10 euro, che Speranza definisce “un balzello che non consente a troppi cittadini di accedere al Servizio sanitario”.

Un sistema in grado di garantire un gettito alle Regioni di 1,6 miliardi l’anno, che appare indispensabile per il funzionamento della sanità locale. Il Ministro Speranza ha però fatto accenno ad un aumento di 2 miliardi di euro per il Fondo sanitario nazionale nel 2020.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Sanità, arriva il ticket in base al reddito e 2 miliardi in più per ...