Sanità, tagli alle prestazioni? i consumatori non sono d’accordo

I consumatori, pur condividendo la necessità di un maggior efficientamento delle risorse economiche da parte dello Stato, non sembrano essere favorevoli ai tagli alle prestazioni annunciati dalla Sanità.

“I tagli alle prestazioni – spiega Pietro Giordano, Presidente nazionale di Adiconsum-Associazione italiana per la difesa dei consumatori e dell’ambiente – non servono. Serve invece una maggiore capacità di programmazione nell’acquisto e nell’utilizzo delle attrezzature e del personale che deve essere costantemente formato ed incentivato a scegliere il servizio pubblico piuttosto che l’attività privata. Se si arriverà finalmente a mettere tutto ciò a sistema, ecco che il risparmio verrà generato automaticamente senza dover effettuare tagli sulle prestazioni”.

Anche i camici bianchi non ci stanno e minacciano lo sciopero, definendo il decreto targato Lorenzin “sbagliato” contro il quale “è già in atto una mobilitazione che potrebbe portare anche a uno sciopero di tutto il mondo della sanità italiana”.

Sanità, tagli alle prestazioni? i consumatori non sono d&#...