Salute, ENEA: “Diabete, sensori low cost per misurare il glucosio nel sangue”

(Teleborsa) – Produrre elettrodi stampati come si fa con i disegni sulle t-shirt. Ottimizzando le fasi di assemblaggio e di accoppiamento di strati nanodimensionati su elettrodi stampati, Enea ha brevettato un processo innovativo per produrre in modo economico e su larga scala sensori di precisione utilizzati nelle “striscette” per misurare il glucosio nel sangue nei diabetici, ma anche nei dispositivi antitaccheggio o per misurare la concentrazione degli inquinanti nell’acqua o nella frutta. Il processo brevettato – fa sapere Enea in una nota – serve a produrre sistemi ibridi, cioè formati da nanoparticelle elettrochimicamente attive ed elettrodi stampati, combinando l’alto grado di innovazione delle nanotecnologie con la flessibilità di supporti conduttori.

“Gli elettrodi stampati – spiega il ricercatore Enea Walter Vastarella – sono sonde di pochi centimetri di lunghezza che vengono prodotti usando degli inchiostri specifici adattati all’esigenza scientifica, in pratica con le stesse tecniche con cui si stampano, ad esempio, i disegni sulle t-shirt. In questo modo siamo riusciti a semplificare una delle fasi di produzione del sensore tanto da renderne più economica e semplice la stampa, soprattutto in presenza di grandi numeri, e mantenendo la possibilità di variare la superficie degli elettrodi a seconda delle esigenze di produzione”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Salute, ENEA: “Diabete, sensori low cost per misurare il glucosi...