Salini Impregilo e Fincantieri in soli 10 mesi completano nuovo Ponte Genova

(Teleborsa) – Salini Impregilo e Fincantieri, unite nella joint venture PerGenova, portano a completamento in soli 10 mesi il nuovo Ponte di Genova. Un progetto portato avanti con impegno da oltre 1.000 persone, per completare la struttura del ponte in sicurezza, in tempi mai sperimentati prima e con la massima attenzione alla qualità dell’opera.

L’ultimo impalcato d 44 metri e 900 tonnellate è stato varato oggi, tra le pile 11 e 12, alla presenza del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, della Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli, del Sindaco di Genova e commissario Marco Bucci, del Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, dell’AD di Salini Impregilo Pietro Salini e dell’AD di Fincantieri Giuseppe Bono.

Nel corso dell’evento si è più volte parlato di un rilancio delle infrastrutture in Italia, partendo dal modello applicato per il ponte di Genova. Un rilancio a cui Salini Impregilo vuole contribuire con Progetto Italia, l’operazione di consolidamento di alcune imprese del Paese in un grande gruppo, Webuild, sostenuto da Salini Costruttori, CDP, Intesa Sanpaolo, Unicredit e Banco BPM, con il contributo di investitori istituzionali quali Delfin – holding finanziaria di Leonardo Del Vecchio, Elliott, Eurizon Capital, Mediolanum Gestione Fondi, Kairos, Azimut ed alcuni prestigiosi fondi di investimento di Gran Bretagna e Stati Uniti.

“Oggi celebriamo una giornata importante”, ha dichiarato Pietro Salini, aggiungendo “da questa città oggi – ha agigunto – può partire un messaggio di speranza e di futuro: un grande piano per la costruzione e la manutenzione di infrastrutture, con la creazione di milioni di nuovi occupati. Facciamo partire subito un nuovo piano Marshall, partendo dal caso di successo di questo ponte, che diventa modello per il rilancio dell’Italia”.

L’ultima campata del Ponte, sollevata oggi, mette la parola fine ai lavori sulla struttura portante dell’opera, realizzata con l’innovativo approccio fast track. L’impalcato è stato issato a circa 5 metri all’ora dagli strand jack installati sulle pile, andando a completare i 1067 metri totali di una struttura la cui prima fondazione è iniziata il 24 giugno 2019.

Completata la struttura dell’opera, Salini Impregilo accende “Ponte Italia”, un fascio luminoso tricolore che, da stasera e fino al 1 maggio, festa dei lavoratori, illuminerà il ponte in tutta la sua lunghezza e ciascuna delle 18 pile, riflettendo i colori della bandiera italiana.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Salini Impregilo e Fincantieri in soli 10 mesi completano nuovo Ponte ...