Salini Impregilo, contratto da 2,5 mld di euro in Etiopia per realizzazione della diga di Koysha

(Teleborsa) – Giornata no per Salini Impregilo che a Piazza Affari, scivola dell’11,55% sui valori precedenti. Non sembra aver entusiasmato, la firma di un nuovo contratto di 2,5 miliardi di euro per la realizzazione della diga di Koysha.

 Si tratta di un impianto idroelettrico con una potenza installata di 2.200 MW. L’opera, commissionata dall’Ethiopian Electric Power (EEP), prevede la realizzazione di una diga. Opera, questa- si legge in una nota- che consentirà all’Etiopia, grazie anche all’impianto idroelettrico di GIBE III entrato in produzione nei mesi scorsi e che sarà inaugurato nelle prossime settimane e a quello del Grand Renaissance Dam sul Nilo Azzurro (GERD), di imporsi come leader nella produzione di energia nel panorama africano.

 Ad oggi il Paese esporta energia in Kenya, Sudan e Gibuti, gli Stati geograficamente più vicini, ma le autorità non escludono che le potenzialità produttive degli impianti idroelettrici in costruzione permetteranno di raggiungere anche mercati più lontani, come l’Europa e il Medio Oriente

Lo scenario tecnico di Salini Impregilo mostra un ampliamento della trendline discendente al test del supporto 3,177 Euro con area di resistenza individuata a quota 3,357. La figura ribassista suggerisce la probabilità di testare nuovi bottom identificabili in area 3,109.
Le indicazioni non costituiscono invito al trading.

(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Salini Impregilo, contratto da 2,5 mld di euro in Etiopia per realizza...