Saldi invernali, previsti sconti record

(Teleborsa) – Sconti record per i saldi invernali. E’ questa la previsione dell’Unione nazionale consumatori che ha analizzato gli sconti effettivamente praticati dai commercianti dal 2011 al 2015 secondo le rilevazioni dell’ISTAT e stimato il trend per quest’anno.

Nel periodo di riferimento, per tutte le voci di spesa coinvolte nelle vendite di fine stagione, dall’abbigliamento alle calzature, si registrano sconti in continuo rialzo poiché i commercianti sono stati indotti dalla crisi a ridurre sensibilmente i prezzi.

I vestiti saranno scontati del 31,1%, dal 25,4% del gennaio 2015, con un incremento dello sconto del 14,38%.

Il secondo capitolo di spesa più scontato saranno le calzature: i prezzi scenderanno del 27,35%, con un ribasso record, rispetto al gennaio 2015, del 15,89%.

Il calo minore, come sempre, spetta agli accessori, con uno sconto stimato del 15,37%, dal -13,7% del gennaio 2015.

Dall’indagine dell’associazione di consumatori emergono in modo chiaro due cose. In primo luogo, che durante la recessione gli sconti sono progressivamente saliti. In secondo luogo che gli sconti solitamente pubblicizzati in vetrina (70%, 50%) sono gonfiati.

L’abitudine di aumentare il prezzo vecchio, così da alzare la percentuale di sconto ed invogliare maggiormente all’acquisto, è dura a morire e il consiglio è sempre lo stesso: diffidare da sconti troppo elevati e annotare i prezzi dei prodotti che si vorrebbe acquistare in saldo.

Saldi invernali, previsti sconti record