Saldi estivi, partenza in ordine sparso

(Teleborsa) – Quello dei saldi estivi è senza dubbio uno degli appuntamenti più attesi dagli italiani che quest’anno, in scia all’emergenza sanitaria in corso nel nostro Paese, ha dovuto fare i conti con qualche cambio in corsa sulla tabella di marcia.

Nella giornata di ieri la Conferenza delle Regioni, con il voto favorevole del Governatore del Friuli Venezia Giulia, ha accolto l’indirizzo che permette di anticipare, sulla base delle esigenze del tessuto economico, la data di avvio dei saldi rispetto al primo agosto.

Sui saldi dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome un passo indietro a favore di alcune catene, sottolinea in una nota Federmodaitalia-Confcommercio.

“La decisione della Conferenza delle Regioni – spiega il Presidente Renato Borghi – riapre un tema, quello della data unica dei saldi tra le regioni che sembrava, almeno quest’anno, superato con l’indirizzo dato il 7 maggio scorso di posticipare la data di avvio delle vendite di fine stagione all’1 agosto. La decisione della Conferenza delle Regioni sconcerta perchè va nella direzione opposta al recente indirizzo assunto e non tiene conto della volontà di gran parte delle aziende multibrand che si è espressa a larga maggioranza a favore del posticipo della data unica dei saldi”.

“Pare inspiegabile – prosegue Borghi – un cambio di orientamento cosi repentino senza ulteriori interlocuzioni con chi rappresenta le imprese del dettaglio moda. E comunque e’ una decisione che crea ulteriore confusione e favorisce competizioni inopportune su territori limitrofi, esponendo anche le imprese a rincorrere questa assurda decisione per essere pronte a livello organizzativo. Una cosa è comunque certa: nei saldi, i negozi ottengono liquidità, ma perdono marginalità e i conto aziendali stanno in piedi con i margini e non con la liquidità. Questo almeno per quanto riguarda i negozi indipendenti multimarca che rappresentano la massa critica degli associati di FederazioneModaItalia”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Saldi estivi, partenza in ordine sparso