Saldi estivi al via. Attesa una spesa pro capite di 100 euro

(Teleborsa) – Da domani, sabato 1° luglio, partono in tutta Italia i saldi estivi.

Secondo le stime dell’Ufficio Studi di Confcommercio, ogni famiglia spenderà in media per l’acquisto di articoli di abbigliamento e calzature in saldo circa 230 euro per un valore complessivo intorno ai 3,5 miliardi di euro.

La spesa pro capite è stimata invece attorno ai 100 euro.

Non mancano le polemiche sugli esercenti che anticipano gli sconti: “Un giudizio sull’esito finale di questa stagione di saldi dovrà necessariamente tener conto delle intollerabili anticipazioni degli sconti lanciati in primo luogo dalle catene e dai potenti monomarca” ha dichiarato Renato Borghi, presidente di Federazione Moda Italia e vicepresidente di Confcommercio.

Tornando ai saldi, i consigli per i consumatori sono quelli di sempre.

Innanzitutto il negoziante ha l’obbligo di indicare il prezzo normale di vendita, lo sconto e il prezzo finale.

La possibilità di cambiare il capo dopo che lo si è acquistato è generalmente lasciata alla discrezionalità del negoziante, a meno che il prodotto non sia danneggiato o non conforme. In questo caso scatta l’obbligo per il negoziante della riparazione o della sostituzione del capo e, nel caso ciò risulti impossibile, la riduzione o la restituzione del prezzo pagato.

Per quanto riguarda la prova dei capi non c’è obbligo. E’ rimesso alla discrezionalità del negoziante, ma è comunque bene acquistare dove è possibile provarli per evitare scelte sbagliate.

Quanto ai pagamenti, infine, le carte di credito devono essere accettate da parte del negoziante.

Saldi estivi al via. Attesa una spesa pro capite di 100 euro
Saldi estivi al via. Attesa una spesa pro capite di 100 euro