Saipem torna in utile nel primo semestre, migliora view su debito

(Teleborsa) – Saipem torna a rivedere l’utile nel primo semestre 2019, registra una salita dei ricavi e migliora la view sull’indebitamento finanziario netto per fine anno.

Il periodo concluso al 30 giugno scorso, ha visto un risultato netto di 14 milioni di euro rispetto alla perdita di 323 milioni riportata nei primi sei mesi del 2018. Il fatturato si è attestato a 4,5 miliardi e si confronta con il giro d’affari di 3,8 miliardi di un anno fa.

L’Ebitda adjusted ammonta a 606 milioni di euro (483 milioni nel primo semestre 2018).

Desidero esprimere soddisfazione per i positivi risultati registrati nel primo semestre del 2019 nonostante uno scenario che non mostra ancora chiari segnali di ripresa e, in particolare, per il ritorno, seppur limitato, al segno positivo dell’utile netto – ha commentato Stefano Cao, Amministratore Delegato di Saipem -. Tali risultati sono frutto anche della profonda trasformazione organizzativa e gestionale e del deciso orientamento strategico ad anticipare la transizione energetica. L’attenzione di Saipem all’innovazione ha consentito di acquisire contratti anche grazie all’offerta di soluzioni tecnologiche rispettose dell’ambiente e tese a limitare la carbon footprint. La consolidata esperienza a operare in territori nuovi e presso comunità meno abituate a presenze industriali – ha continuato Cao – faciliterà il nostro insediamento in Mozambico, un’area strategica negli equilibri del continente africano e nelle relazioni est-ovest, dove abbiamo recentemente acquisito il contratto economicamente più rilevante della nostra storia. Un successo, quest’ultimo, che offrirà importanti opportunità anche alla nostra supply chain“.

Outlook 2019
La previsione sull’indebitamento finanziario netto è di un valore “inferiore agli 800 milioni di euro a fine anno” oltre 200 milioni di euro in meno rispetto a quella originaria di 1 miliardo di euro.

Una elevata volatilità del prezzo del petrolio e il livello ancora contenuto dei nuovi investimenti delle oil company “caratterizzeranno ancora la seconda parte dell’anno in corso – spiega Saipem in una nota -. Nel semestre alcuni importanti decisioni finale di investimento (FID, Final Investment Decision) nel segmento gas “hanno contribuito significativamente all’elevato livello di acquisizioni”. Il portafoglio ordini a fine giugno 2019, abbinato alle acquisizioni successive alla chiusura del semestre 2019 e alle previsioni sulle offerte commerciali in corso, “consente di prevedere ricavi di circa 9 miliardi di euro per l’esercizio 2019, con una marginalità a livello di Ebitda adjusted superiore al 10%. Gli investimenti tecnici sono previsti attorno ai 500 milioni di euro.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Saipem torna in utile nel primo semestre, migliora view su debito