Saipem spinge su diversificazione. Coratella: “Strada segnata. Meno dipendenza da oil”

(Teleborsa) – Saipem sarà un’azienda sempre più diversificata e sempre meno legata al settore oil. Lo ha ribadito Maurizio Coratella, Coo della divisione E&C Onshore di Saipem, in una intervista a Milano Finanza, spiegando che il 2020 sarà “un anno di consolidamento delle posizioni non oil”.

Il manager ha ricordato che i grandi gruppi petroliferi stanno congelando molti progetti, a causa del crollo delle quotazioni del greggio, quindi “la strada è segnata”. Saipem – ha sottolineato – “si è mossa in anticipo sui business anti-ciclici” rispetto ai competitor, che ora stanno facendo più fatica.

La Divisione E&C Onshore – ha spiegato il responsabile – è una grande opportunità per la diversificazione di Saipem, in particolare nello sviluppo del gas, una componente chiave della transizione energetica, e nella costruzione di impianti LNG, su cui l’azienda sta puntando, con progetti attivi in Tailandia, Mozambico, Indonesia e nell’Artico.

Fra le altre opportunità di diversificazione per Saipem – ha concluso Coratella – ci sono le energie rinnovabili ed i nuovi approcci ibridi, basati su tecnologie verdi e infrastrutture smart, assieme al trasporto ferroviario.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Saipem spinge su diversificazione. Coratella: “Strada segnata. M...