Saipem scivola sul crollo del prezzo del greggio

(Teleborsa) – Giornata da dimenticare per la controllata di Eni, che è in forte flessione, mostrando una perdita del 3,20% sui valori precedenti dopo il fallimento del vertice sul petrolio a Doha che ha spinto in basso i prezzi dell’oro nero.

Su base settimanale, il trend del titolo è più solido rispetto a quello del FTSE MIB. Al momento, quindi, l’appeal degli investitori è rivolto con più decisione a Saipem rispetto all’indice di riferimento.

La situazione di medio periodo della società che opera nel settore dei servizi per il settore petrolifero resta tendenzialmente ribassista. Tuttavia, esaminando il grafico a breve, sarebbe lecito iniziare a dubitare della possibilità della fase ribassista di estendere. E’ atteso dunque un miglioramento verso l’alto della curva che incontra il primo ostacolo a 0,3467 Euro. Supporto visto a quota 0,3346. Ulteriori spunti rialzisti favoriscono un nuovo target stimato verosimilmente in area 0,3588.

Le indicazioni sono da considerarsi meri strumenti di informazione, e non intendono in alcun modo costituire consulenza finanziaria, sollecitazione al pubblico risparmio o promuovere alcuna forma di investimento.
(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Saipem scivola sul crollo del prezzo del greggio