Saipem, raggiunto accordo con i sindacati per 300 esodi volontari

(Teleborsa) – Saipem ha incontrato oggi le Segreterie Nazionali di FILCTEM/CGIL – FEMCA/CISL – UILTEC/UIL.

Prosegue in tal modo il dialogo fra l’Azienda e le rappresentanze sindacali avviato nell’ottobre 2015 e continuato con gli incontri del 2 marzo, tra le Segreterie Generali e il vertice aziendale, e del 12 aprile, tra le Segreterie Nazionali – accompagnate dalle segreterie territoriali e dalle RSU – e la direzione HR, nel corso dei quali sono stati illustrati gli scenari di mercato e le loro possibili evoluzioni, nonché i processi relativi all’aumento di capitale ed al nuovo assetto azionario di Saipem.

Nel corso dell’incontro odierno, Saipem ha siglato un accordo con le sigle sindacali con il quale verrà attivato un piano di uscita volontaria per coloro che (circa 300 dipendenti), compatibilmente con le esigenze organizzative aziendali, hanno i requisiti previsti dall’articolo 4 della legge n. 92/2012.

L’intesa, spiega la società in una nota, è stata raggiunta “al fine di consentire quel ricambio del mix generazionale particolarmente importante per realtà in continua evoluzione come quella di Saipem”.

Saipem, raggiunto accordo con i sindacati per 300 esodi volontari
Saipem, raggiunto accordo con i sindacati per 300 esodi volontari