Saipem, ottima performance operativa nel 2017

(Teleborsa) – Nonostante il perdurare di uno sfidante contesto di mercato, Saipem è riuscita a chiudere il 2017 con conti in miglioramento rispetto all’anno precedente. La società di ingegneristica ha registrato una forte riduzione della perdita a 328 milioni di euro a fronte del risultato negativo di 2.087 milioni di euro nel 2016. L’utile al netto delle poste straordinarie è positivo per 46 milioni di euro.

I ricavi si sono attestati a 8.999 milioni di euro (9.976 milioni di euro nel 2016), di cui 2.126 milioni nel quarto trimestre.

In calo il debito netto al 31 dicembre 2017 a 1.296 milioni di euro dai 1.450 milioni di euro al 31 dicembre 2016.

Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di proporre all’assemblea di non distribuire dividendi.

Per il 2018 Saipem prevede ricavi pari a 8 miliardi di euro con un Ebitda adjusted superiore al 10%. Gli investimenti tecnici sono stimati a 300 milioni di euro mentre il debito è previsto in calo a 1,1 miliardi di euro.

I risultati del 2017 hanno confermato la “solida performance operativa e gestionale più volte sottolineata nel corso dell’anno, registrando un trend in costante diminuzione del debito netto e una buona acquisizione di nuovi contratti, soprattutto nel secondo semestre – ha commentato Stefano Cao, Amministratore Delegato di Saipem – . L’entrata a regime del nuovo modello organizzativo aziendale ha consentito di identificare ulteriori chiari obiettivi in termini di incremento di efficienza ed efficacia. La diversificazione della proposta operativa in nuovi mercati e la ricerca di opportunità in nuove aree geografiche contribuiranno anch’esse alla creazione di valore per gli stakeholder. In tale contesto si inserisce anche il recente accordo con Sonatrach che chiude il contenzioso e consente il recupero del rapporto con gli storici partner algerini e il ritorno in un mercato strategico per Saipem”.

Saipem, ottima performance operativa nel 2017