Saipem, ok al piano strategico al 2020, prevista riduzione 800 risorse in Europa

(Teleborsa) – Il Consiglio di Amministrazione di Saipem ha approvato il piano strategico 2017-2020 che prevede per il prossimo anno: ricavi pari a 10 miliardi, un Ebitda di 1 miliardo, un utile netto di 200 milioni (inclusivo di circa 30 milioni di oneri di riorganizzazione), investimenti tecnici per 0,4 miliardi e il debito netto pari a 1,4 miliardi di euro.

Il piano prevede, inoltre, la riduzione di circa 800 risorse in Europa con l’adozione di un nuovo modello organizzativo per tagliare i costi.

“E’ prevista la creazione di cinque divisioni/società dedicate, rispettivamente, alle attività: costruzioni offshore, costruzioni onshore, drilling offshore, drilling onshore, nonché una realtà dedicata alle attività e ai servizi di ingegneria ad alto valore aggiunto, orientata a migliorare in modo strutturato l’offerta per avvicinarsi ulteriormente alle esigenze dei clienti”, spiega Saipem.

La nuova organizzazione, oltre a generare efficienza nelle strutture in Europa (riduzione di circa 800 risorse) grazie ai nuovi e più snelli processi operativi, “favorirà anche un cambiamento di mix quali/quantitativo delle risorse, attivando un processo di crescita, indispensabile per garantire la permanenza delle risorse di pregio presenti nel gruppo, che la congiuntura di settore ha parzialmente rallentato. Inoltre permetterà la massima flessibilità nella valutazione delle opzioni strategiche per singolo business”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Saipem, ok al piano strategico al 2020, prevista riduzione 800 risorse...