Saipem, Cao: “Xsight ha ruolo chiave per sviluppo grandi progetti. Attese molto positive”

(Teleborsa) – La nuova divisione Xsight lanciata da Saipem poco più di un anno fa ha un “ruolo di traino” per i grandi progetti in cui è impegnata l’azienda.

Lo ha affermato il CEO di Saipem, Stefano Cao, nella conference call per i risultati dei nove mesi, rispondendo ad una domanda di Teleborsa sui risultati raggiunti da questa divisione, che opera in modo orizzontale per favorire l’ingresso in nuovi business ed in nuovi mercati.

“Direi che l’evoluzione è assolutamente soddisfacente e ci aspettiamo risultati ancora migliori nel prossimo futuro“, ha detto Cao, dopo aver ricordato che questa divisione, al momento del lancio, “rispondeva ad una logica evoluzione del mercato, che vedeva Saipem spostarsi su un tipo di rapporto con i propri clienti più concentrato sulla fase di avvio dei grandi progetti”.

“Abbiamo concentrato le competenze di ingegneria di alto valore in Xsight”, ha ricordato il numero uno del general contractor, affermando che i risultati di Xsight non si misurano in termini di ricavi e margini, ma in base alla “capacità di trovarsi vicina ai clienti quando vengono prese le grandi decisioni di investimento” ed alla “capacità di guidare le scelte ingegneristiche nella direzione che mette in luce al meglio le competenze, le capacità, il know how” di Saipem.

Teleborsa ha chiesto anche qualche dettaglio sul recente incontro con il Premier Conte e sulla cabina di regia a Palazzo Chigi. Oggetto dell’incontro con le società più rappresentative e con le partecipate statali l’aumento degli investimenti.

L’AD Cao ha quindi affermato “noi più che investimenti partecipiamo alla costruzione degli investimenti”, essendo l’attività di saipem molto concentrata all’estero, dove svolge il 90% della sua attività oin ben 60 Paesi..

Il manager ha spiegato infatti che Saipem contribuisce soprattutto con l’indotto, perché sin dagli anni ’60 la società ingegneristica “ha sempre fatto da traino ad aziende italiane” e dalla crescita della sua attività deriva anche la crescita del contributo delle aziende che viene incorporato nelle opere.

“Direi che non molto diversa è la parte che riguarda l’occupazione“, ha aggiunto Cao, spiegando che le attività nel mondo sono seguite con personale dei Paesi dove Saipem opera, ma “il cuore e la mente dell’attività rappresentata da ingegneri e manager è in Italia”.

Va ricordato che Saipem contribuisce con un valore di 2,2 miliardi di euro complessivamente immessi nell’economia italiana, per un valore aggiunto generato di 2,8 miliardi di euro (studio Nomisma 2015) ed un contributo al PIL nazionale dello 0,17%. Per quanto concerne l’indotto, sono ben 3.800 le aziende italiane che lavorano con Saiepm e di queste 1.300 con un rapporto di collaborazione ultra decennale, mentre ammontano a 1,7 miliardi di euro i beni e servizi acquistati da fornitori italiani. Grande contributo anche alle entrate pubbliche con 203 milioni di euro di tasse versate allo Stato ed all’occupaizone con 323 milioni di euro di salari pagati ai propri dipendenti italiani.

Saipem, Cao: “Xsight ha ruolo chiave per sviluppo grandi progett...