Saipem al Salone della CSR con modelli quantitativi per misurare il “valore condiviso”

(Teleborsa) – Sostenibilità, termine dai diversi significati utilizzato nel mondo produttivo, e non solo, per mettere in luce quegli aspetti che di fatto riguardano la vita di tutti i cittadini. Un concetto di “valore condiviso”, nato all’estero e che via via si sta sempre più affermando anche nel nostro Paese.

Di sostenibilità se ne è parlato anche in una serie di seminari organizzati nella sede dell’Università Bocconi di Milano nel corso della due giorni del sesto incontro “Le rotte della sostenibilità” che si è tenuto nel Salone della CRS e dell’Innovazione sociale.

Seminari dalle diverse tematiche, come quelle appunto sul “Valore condiviso e reputazione: un rapporto sempre più stretto”, dove si sono confrontati i rappresentanti di Saipem, CNH Industrial, Ferrovie dello Stato, CRS Gruppo Hera e Guna.

Saipem ha partecipato al Salone con il suo focus sulla sostenibilità e dopo esser stata recentemente confermata nell’indice Dow Jones Sustainability World and Europe Index e leader nel settore d’appartenenza. Marco Stampa, Sustainability Manager della società, ha precisato a Teleborsa il punto di vista illustrato dal Direttore Comunicazione e Sostenibilità dell’azienda, Gaetano Colucci, nel corso del suo intervento.

“Il tema del valore condiviso e della reputazione è uno dei temi centrali su cui abbiamo sviluppato il nostro approccio alla sostenibilità“, ha affermato il manager della compagnia ingegneristica.

“Questo aspetto l’abbiamo promosso perché riteniamo che il problema della sostenibilità per un’azienda come Saipem sia quello di creare valore per i suoi stakeholder e questo è un aspetto centrale”.

“Questo valore, ovviamente, va misurato e quantificato ed è il tema, appunto, che Gaetano Colucci ha presentato oggi”, ha sottolineato Marco Stampa, aggiungendo che “quando un’azienda si propone di misurare il proprio valore generato, bisogna adottare dei modelli e Saipem, in questo, si sta anche confrontando con delle realtà accademiche e scientifiche italiane d’eccellenza”.

“Rappresentare e comunicare un valore generato in termini anche quantitativi, economici, monetari ai propri stakeholder è qualcosa che ha bisogno di essere credibile e valida per poi costituire uno di quegli elementi della reputazione di un’azienda”, ha concluso.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Saipem al Salone della CSR con modelli quantitativi per misurare il &#...