Ryanair, Wilson: “Rinforzato aeroporto Milano Bergamo. Si conferma base più grande in Italia”

(Teleborsa) – Ryanair rafforza la sua presenza in Lombardia con ulteriori investimenti nella sua base di Milano Bergamo, la più grande in Italia, con un aeromobile basato aggiuntivo, oltre 600 voli settimanali e 100 rotte in totale, di cui due nuove per Banja Luka (Bosnia) e Belfast City (Irlanda del Nord). “Questa crescita – come ha spiegato in conferenza stampa il ceo di Ryanair, Eddie Wilson – stimolerà il traffico aereo e l’industria del turismo nella regione mentre i programmi di vaccinazione continuano e l’Europa riapre in tempo per le vacanze estive”.

Nel dettaglio la programmazione di Ryanair da Milano Bergamo per l’estate 2021 prevede: 20 aeromobili basati (uno aggiuntivo – investimento pari a 100milioni di dollari) che vanno a sostenere 600 posti di lavoro in loco; 100 rotte in totale di cui le due nuove per Banja Luka (Bosnia) e Belfast City (Irlanda del Nord), entrambe con due frequenze a settimana; aumento dei voli verso diverse destinazioni tra cui Alghero, Lanzarote, Napoli e Trapani; oltre 600 voli settimanali; collegamenti con destinazioni turistiche come Chania e Maiorca, con città come Berlino e Lisbona, nonché collegamenti nazionali con Catania e Napoli.

“Siamo convinti – ha affermato Emilio Bellingardi, direttore Generale Sacbo – che, grazie al proseguire della campagna vaccinale, la luce in fondo al tunnel cominciamo a vederla. Auspichiamo che entro la fine di quest’anno si cominci a vedere la ripresa. Ringraziamo Ryanair che con grande impegno continua a investire in questo scalo, scalo che è il più importante non solo d’Italia ma del sud Europa. Le nostre relazioni sono ottime e siamo assolutamente confidenti che questo connubio tra Ryanair e Sacbo faccia bene al Paese in termini di accessibilità e riteniamo che continuerà la ripresa economica e la ripresa di questo comparto che sappiamo essere uno dei più trainanti per quanto riguarda il nostro Paese”.

“Accogliamo con soddisfazione i programmi di Ryanair sull’aeroporto di Milano Bergamo per l’estate ’21, che vede crescere il numero delle rotte, con l’introduzione del primo collegamento di linea verso la Bosnia Erzegovina dal nostro scalo e la crescita delle direttrici con l’Irlanda del Nord – ha aggiunto Giacomo Cattaneo, direttore aviation Sacbo –. C’è piena fiducia nella ripresa dell’abitudine a volare e l’offerta crescente di voli sarà in grado di soddisfare la domanda di viaggio, in sicurezza, dopo tutti i mesi in cui le persone non hanno potuto spostarsi. Siamo entusiasti di intensificare l’attività operativa grazie anche al maggiore numero di voli che Ryanair ha annunciato. Saranno un importante volano anche per l’economia del territorio e dell’intera nostra Regione”.

“Siamo davvero lieti di essere qua oggi ad annunciare delle notizie positive. Siamo consapevoli – ha sottolineato Wilson nel suo intervento – che la situazione ancora non è come dovrebbe essere e ci sono ancora molti casi di Covid in Italia soprattutto in Lombardia, così come siamo consapevoli che Bergamo in particolare è stata fra le città più colpite dal Covid ma cominciamo a intravedere la luce alla fine del tunnel e vogliamo lanciare un messaggio di ripresa. Sicuramente la partnership decennale che c’è tra Ryanair e l’Aeroporto di Bergamo ha portato i suoi frutti. Oggi annunciamo un aeromobile basato in più che si va ad aggiungere alla flotta già presente a Bergamo, saranno così in totale 20 gli aeromobili basati per l’estate 2021 con complessivamente 100 rotte di cui 2 nuove che sicuramente aiuteranno la ripresa del traffico e del turismo non appena avremo il via libera a ripartire. Siamo la compagnia aerea numero uno per traffico per quanto riguarda l’Europa, abbiamo attualmente oltre 77 basi, 240 aeroporti che collegano 40 Paesi dall’Irlanda fino al Mediterraneo orientale. Per quanto riguarda l’estate 2021 abbiamo lanciato recentemente Beauvais come base ulteriore, Treviso che partirà da giugno e abbiamo annunciato ad oggi un aumento di aerei basati in Italia fra cui uno a Napoli, uno a Bologna, uno a Bari e oggi anche quello ulteriore a Bergamo. Ci sono altre novità in arrivo per l’Italia che si conferma uno dei mercati più importanti per Ryanair, che annunceremo nelle prossime settimane. Opereremo oltre 2mila rotte per l’estate e puntiamo ad arrivare a 200 milioni di passeggeri entro l’anno 2026. Continuiamo a essere la compagnia aerea low cost con le tariffe più basse d’Europa, siamo ben al di sotto dei concorrenti principali e riusciamo a fare questo ovviamente continuando a operare ad alti standard di efficienza. Da questo punto di vista ci aiuterà ulteriormente l’arrivo del Boeing 737 Max previsto a inizio aprile. Si tratta di una tecnologia assolutamente rivoluzionaria perché ci permetterà di ridurre significativamente, del 16%, il consumo di carburante e del 30% l’impatto sonoro. Entro il 2026 auspichiamo di avere 600 aerei in flotta. In questo anno di difficoltà e di continue restrizioni abbiamo cercato di essere assolutamente presenti e a fianco del consumatore cercando di tenerlo il più possibile informato sulle evoluzioni e su tutti i requisiti per affrontare il viaggio, dal test negativo alle autocertificazioni richieste nei diversi Paesi. In questo senso abbiamo lanciato un nuovo ‘travel wallet’ (portafoglio di viaggio ndr) che consente al passeggero di avere in un’unica piattaforma sulla propria app tutti i documenti necessari per viaggiare in aereo dalla carta di imbarco al test negativo Covid. Abbiamo esteso il supplemento del cambio volo gratuito fino a ottobre 2021 quindi per tutti i voli prenotati entro giugno sarà possibile cambiare fino a 2 volte la data pagando solo l’eventuale differenza di prezzo tra il volo originale ed il nuovo volo. In Italia operiamo in 29 aeroporti di cui 15 sono basi. Complessivamente per l’estate abbiamo oltre 600 rotte pianificate e abbiamo annunciato l’operativo domestico più ampio di sempre con oltre 98 rotte. Attraverso le nostre 15 basi abbiamo creato 2mila posti di lavoro diretti. Confermiamo Bergamo come la base numero uno in Italia con 29 aeromobili basati, uno in più che si aggiunge per l’estate 2021, 100 rotte in totale. Complessivamente avremo 600 voli settimanali e offriremo 600 posti di lavoro diretti. Siamo assolutamente impegnati per rimettere in moto il turismo italiano quanto prima. Oggi annunciamo, inoltre, un’offerta speciale per voli a partire da 19,99 euro per tutte le prenotazioni effettuate entro il 28 marzo per viaggi fino a ottobre 2021. Nonostante l’impatto della pandemia, Bergamo ha enormi potenzialità e resilienza e siamo sicuri che la regione vedrà una pronta ripresa supportata dal trasporto aereo”.

Wilson ha auspicato che la Ue non renda obbligatoria il certificato vaccinale per poter volare tra i paesi all’interno dell’Unione europea. Il top manager ha sottolineato che se dovesse scattare l’obbligo di una certificazione anti-coronavirus per i passeggeri Ryanair sarà in ogni caso “allineata con tutti i requisiti delle autorità dei singoli governi o dell’Unione europea” e per questo ha già messo “a disposizione dei passeggeri un wallet per raccogliere in una sola piattaforma tutti i documenti necessari per poter viaggiare” nel rispetto della normativa anti-Covid. Il ceo ha inoltre affermato che Ryanair non è interessata “in questo momento” agli slot dell’aeroporto di Milano Linate. “Non è economico in questo momento pensare agli slot di Linate – ha detto Wilson – abbiamo capacità sufficiente a Malpensa e Bergamo per coprire la Regione Lombardia. E gli slot di Linate sono solo per alcuni anni, quindi per il nostro business non è strategico”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ryanair, Wilson: “Rinforzato aeroporto Milano Bergamo. Si confer...