Ryanair, rischio nuovi scioperi per “stallo” in trattativa con piloti irlandesi

(Teleborsa) – La trattativa tra Ryanair e il sindacato dei piloti irlandesi non è sfociata nell’accordo che avrebbe messo la parola fine al braccio di ferro intrapreso tra le parti. Reale è ora il rischio di nuovi scioperidopo quello messo in atto il 10 agosto scorso, quando le astensioni avevano coinvolto anche il personale di volo di Germania, Belgio, Svezia e Olanda.

Il negoziato, che sembrava sul punto di concludersi con la firma sui contenuti condivisi, ha subìto invece uno stop inatteso. Se ne riparlerà la settimana prossima, anche se non è stata fissata ancora una nuova data per tornare a sedersi intorno al tavolo. La sottoscrizione di un accordo con i piloti irlandesi viene ritenuta basilare per chiudere tutte le dispute in atto negli altri Paesi europei dove il vettore low cost, tra l’altro irlandese, opera.

Proprio i risvolti dell’agitazione avviata dai piloti di Dublino aveva indotto Ryanair  nelle scorse settimane ad annunciare un ridimensionamento della programmazione invernale dalla capitale dell’Irlanda, con conseguente potenziamento delle attività in Polonia. Resta da vedere se, alla luce di un accordo che potrebbe maturare prima della fine di agosto, la compagnia tornerà sulle sue decisioni ripristinando il numero di aeromobili e relativi equipaggi sulla base di Dublino, la più importante dopo Londra Stansted e davanti solo allo scalo di Milano Bergamo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ryanair, rischio nuovi scioperi per “stallo” in trattativa...