Ryanair riduce l’organico degli uffici

(Teleborsa) – Alla riapertura degli uffici Ryanair di Dublino, Stanstead, Madrid e Breslavia ci sarà una riduzione di organico che interesserà oltre 250 persone. Si tratta di figure che vedranno concludersi contratti di prova e a tempo determinato, soggette a dimissioni e cessazioni di rapporti di lavoro. Ryanair ha motivato la decisione con il sostanziale calo del traffico che il Gruppo sta affrontando nel 2020. Ryanair ha operato meno dell’1% del normale operativo voli nei mesi di aprile, maggio e giugno, e questa settimana ha annunciato che ripristinerà solamente il 40% del proprio operativo a luglio 2020. Per l’intero anno, Ryanair prevede di trasportare meno di 100 milioni di passeggeri, oltre il 35% in meno rispetto all’obiettivo di oltre 155 milioni fissato per l’anno fiscal in corso che terminerá a marzo 2021.

Darrell Hughes, Direttore del Personale di Ryanair, lo ha definito un momento molto doloroso per la compagnia aerea, confermando sono in corso incontri con i sindacati dei nostri piloti ed equipaggi in tutta Europa per finalizzare fino a 3.000 esuberi e la riduzione dei salari del 20%. Ulteriori dichiarazioni sulla cessazione di rapporti lavorativi e sulla riduzione dei salari sono previste entro la fine di maggio poiché soggette alle ulteriori e continue restrizioni sui voli.

Ryanair denuncia una competizione impari a livello europeo con le compagnie aeree di bandiera che hanno ricevuto dai loro governi oltre 30 miliardi di euro in aiuti di Stato e che saranno in grado di impegnarsi in vendite a basso costo per molti anni.

(Foto: Enrico Massidda)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ryanair riduce l’organico degli uffici