Ryanair chiude conti in rosso. Traffico -78% nel 3° trimestre

(Teleborsa) – Ryanair accusa pesantemente l’impatto dell’emergenza Covid e vede crollare il traffico del 78%, più o meno in linea con la performance del comparto del trasporto aereo.

La low-cost irlandese ha registrato nel terzo trimestre fiscale un calo del traffico del 78% per appena 8 milioni di passeggeri trasportati (erano 36 milioni nello stesso periodo del 2019), mentre i ricavi si sono ridotti dell’82% a 340 milioni di euro. I conti chiudono così in perdita per 306 milioni di euro, a fronte di un utile di 88 milioni archiviato l’anno precedente. La cassa al 31 dicembre 2020 era pari a 3,5 miliardi di euro.

“Il 2021 continuerà a essere l’anno più impegnativo nei 35 anni di storia di Ryanair”, afferma la compagnia di Michael O’Leary, prevedendo che “le restrizioni di viaggio in tutta l’UE e il Regno Unito ridurranno il traffico previsto per fine esercizio tra 26 e 30 milioni (in precedenza era previsto “fino a 35 milioni”), con una maggiore probabilità che si tocchi il limite inferiore dell’intervallo”. Sulla base di queste proiezioni, Ryanair anticipa una stima prudenziale di perdita tra 850 e 950 milioni di euro.

“Mentre guardiamo oltre la crisi del Covid-19 e al lancio delle vaccinazioni” – si afferma – il Gruppo Ryanair resta focalizzato su una riduzione dei costi e sul mantenimento di un bilancio solido, che consentirà di spuntare tariffe più basse e aggiungere aerei a basso costo in vista della ripartenza del traffico.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ryanair chiude conti in rosso. Traffico -78% nel 3° trimestre