RWE in denaro controbilancia le vendite sulle altre blue-chips

Ottima performance per la compagnia energetica tedesca, che scambia in rialzo del 3,05% a Francoforte, per effetto di acquisti scaturiti dall’alleggerimento di altri titoli, come quello legati all’auto. Il settore delle utilities resta tendenzialmente un difensivo e viene galvanizzato oggi dal clima negativo dei mercati.

A sostenere RWE è anche il giudizio degli analisti di  Sanford Bernstein, che hanno indicato un target price di 14 euro, decisamente superiore alle attuali quotazioni.  

L’analisi settimanale del titolo rispetto al DAX mostra un cedimento rispetto all’indice in termini di forza relativa di RWE, che fa peggio del mercato di riferimento.

Lo status tecnico del produttore tedesco di energia mostra segnali di peggioramento con area di supporto fissata a 9,21 Euro, mentre al rialzo l’area di resistenza è individuata a 9,67. Per la prossima seduta potremmo assistere ad un nuovo spunto ribassista con target stimato verosimilmente a 8,94.

Le indicazioni sono da considerarsi meri strumenti di informazione, e non intendono in alcun modo costituire consulenza finanziaria, sollecitazione al pubblico risparmio o promuovere alcuna forma di investimento.
(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

RWE in denaro controbilancia le vendite sulle altre blue-chips