Russia, la Banca mondiale taglia le stime di crescita

Riviste al ribasso le prospettive di crescita per la Russia. Secondo la Banca mondiale (World bank) l’economia russa è peggiorata e lo scenario potrebbe ulteriormente indebolirsi il prossimo anno. 

Per la World bank l’economia dipendente dal petrolio è attesa in contrazione del 3,8% quest’anno e di un ulteriore 0,6% nel 2016. Lo scorso giugno, la banca mondiale aveva previsto una flessione del PIL del 2,7% nel 2015 prima di tornare alla crescita ed espandersi dello 0,7% nel 2016.

Nelle stime dell’organismo internazionale, il prezzo del petrolio è atteso a 53 dollari al barile quest’anno e l’anno prossimo e solo a 55 dollari nel 2017.

“Le condizioni esterne avverse rappresentano una sfida delicata per le prospettive di crescita a breve termine” hanno spiegato gli esperti della World bank aggiungendo che “c’è un’elevata incertezza politica e le prospettive del Paese dipendono non solo dall’evoluzione dei fattori esterni, ma anche dalla sua capacità interna di adattarsi a un contesto macro-fiscale sempre più difficile”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Russia, la Banca mondiale taglia le stime di crescita