Russia, la Banca Centrale taglia ancora i tassi

(Teleborsa) – Nuova stretta sui tassi di interesse in Russia, dopo il taglio deciso lo scorso dicembre.

La Banca Centrale del Paese ha, infatti, ridotto il tasso di riferimento di 25 punti base portandolo dal 7,75% al 7,50%. La decisione è in linea con le aspettative di mercato. 

“I rischi inflazionistici a breve termine si sono indeboliti. Quindi il saldo dei rischi economici e inflazionistici si è spostato leggermente verso i rischi per l’economia” – sottolinea la Banca di Russia – rilevando che l’inflazione annuale “rimane ad un livello costantemente basso”, mentre “le aspettative di inflazione stanno gradualmente diminuendo”. La probabilità di superare l’inflazione annuale del 4% è “notevolmente diminuita” – conclude la Banca centrale.

Russia, la Banca Centrale taglia ancora i tassi