Russia, inflazione alta e rublo debole. Banca centrale alza tassi al 5%

(Teleborsa) – La Banca centrale russa ha aumentato i tassi di riferimento di 0,5 punti, portando così il costo del denaro al 5%. Una decisione disattesa dagli analisti che avevano previsto un incremento dei tassi di interesse più contenuto, ovvero di 25 punti base.

La scelta della Bank of Russia cade su un rublo debole ed un’inflazione alta, fattori che potrebbero anticipare ulteriori rialzi dei tassi.

“La rapida ripresa della domanda e l’elevata pressione inflazionistica costringono al ritorno di una politica monetaria neutrale”, ha detto l’istituto centrale nella nota che accompagna la decisione. La banca stima che l’inflazione rimarrà tra il 4,7% e il 5,2% alla fine del 2021, tornando entro il target del 4% solo nel 2022.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Russia, inflazione alta e rublo debole. Banca centrale alza tassi al ...