Ruffini (Ag. Entrate): “Riformare fisco per prelievi solo da incassi reali”

(Teleborsa) – Niente più acconti e saldi ma versamenti in base solo ai guadagni realizzati e una semplificazione dei diversi adempimenti fiscali che rendono il calendario di partite Iva e aziende un vero percorso a ostacoli.

È la proposta lanciata dal direttore dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini, in un’intervista al Corriere della Sera. “La mia riflessione – ha spiegato – mira a superare lo stress e l’ansia che circa 4 milioni di contribuenti tra autonomi, professionisti e partite Iva vivono ogni anno in relazione a un calendario di scadenze fiscali, spesso soggetto a cambiamenti”.

Secondo Ruffini, “per le persone fisiche titolari di partita Iva e per le società di persone si tratterebbe di passare a un sistema di cash flow tax, cioè di tassazione per cassa”.

La proposta mira a introdurre “un sistema di liquidazione periodica mensile o trimestrale delle imposte sui redditi basato sugli incassi e le spese effettivi. Questo eliminerebbe l’attuale sistema degli acconti e dei saldi, che genera l’ansia di doversi procurare una provvista per pagare le imposte in anticipo rispetto a un anno che ancora non si sa come andrà e poi per il saldo, magari andando in credito con la conseguente attesa del rimborso”.

Secondo Ruffini se governo e parlamento varassero domani questa riforma, ci vorrebbero poi “pochi mesi” all’Agenzia dell’Entrate per renderla operativa.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ruffini (Ag. Entrate): “Riformare fisco per prelievi solo da inc...