Royal Dutch Shell scivola a Londra, pesa annuncio ulteriori svalutazioni

(Teleborsa) – A picco Royal Dutch Shell, che si avvia a chiudere gli scambi in ribasso di oltre il 6% e presenta anche a Wall Street perdite in linea con la quotazione della City londinese. La big petrolifera anglosassone ha preannunciato svalutazioni di asset petroliferi e nel gas per altri 3,5 miliardi, che porteranno le svalutazioni complessive a 4,5 miliardi nell’ultimo trimestre dell’anno, dopo le consistenti svalutazioni registrate ad inizio pandemia.

Questi oneri avranno un impatto sui conti del 4° trimestre, che saranno pubblicati ad inizio febbraio, ma la società ha annunciato che parte delgi oneri andrà a impattare i conti 2021.

L’analisi settimanale del titolo rispetto al FTSE 100 mostra un cedimento rispetto all’indice in termini di forza relativa di Royal Dutch Shell, che fa peggio del mercato di riferimento.

Il panorama di medio periodo conferma la tendenza rialzista di Royal Dutch Shell. Tuttavia, l’esame della curva a breve, evidenzia un rallentamento della fase positiva al test della resistenza 1.345,3 centesimi di sterlina (GBX), con il supporto più immediato individuato in area 1.279,5. All’orizzonte è prevista un’evoluzione negativa nel breve termine verso il bottom identificato a quota 1.246,9.

(Foto: Maxim Kuzubov /123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Royal Dutch Shell scivola a Londra, pesa annuncio ulteriori svalutazio...