Rosso per la Borsa di Milano e gli altri mercati europei

(Teleborsa) – Tutti negativi in chiusura gli indici di Piazza Affari e degli altri principali listini europei. Senza direzione intanto lo S&P-500 sulla borsa a stelle e strisce, dopo che il dato sul PIL statunitense, del quarto trimestre, ha evidenziato una crescita dell’economia in linea con le aspettative.

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,13%. Lieve aumento dell’oro, che sale a 1.319,8 dollari l’oncia. Profondo rosso per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua gli scambi a 61,82 dollari per barile, in netto calo dell’1,89%.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a 132 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,98%.

Nello scenario borsistico europeo Francoforte, segna un modesto ribasso dello 0,44%. Giornata negativa anche per Londra, -0,69%, mentre si chiude in frazionale calo la seduta per Parigi, -0,44%. A Milano, si è mosso sotto la parità il FTSE MIB, che scende a 22.608 punti, con uno scarto percentuale dello 0,51%. 

Alla chiusura di Milano risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,64 miliardi di euro, con un incremento del 31,12%, rispetto ai precedenti 2,01 miliardi di euro; mentre i volumi scambiati sono passati da 2,23 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 1,42 miliardi, mentre i contratti si sono attestati a 278.202, rispetto ai precedenti 237.563.

Su 227 titoli trattati in Borsa di Milano, 117 hanno terminato la seduta con una flessione, mentre i rialzi sono stati 94. Invariate le rimanenti 16 azioni.

Buona la performance a Milano del comparto Telecomunicazioni, che riporta un +0,89% sul precedente. Tra i peggiori della lista del listino azionario italiano, in maggior calo i comparti Alimentare (-2,64%), Materie prime (-1,69%) e Automotive (-1,28%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, effervescente Ferragamo, con un progresso del 2,21%.

Si è mossa in territorio positivo Mediaset, mostrando un incremento dell’1,42%.

Denaro su Telecom Italia, che registra un rialzo dell’1,09%.

Bilancio decisamente positivo per Unipol, che vanta un progresso dell’1,06%.

Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Campari, che ha terminato le contrattazioni a -3,28% nonostante i buoni conti.

Affonda Pirelli & C, con un ribasso del 2,70%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Danieli (+5,91%), Fincantieri (+3,96%), Juventus (+2,34%) e ASTM (+1,74%). Giù invece RCS, che ha terminato le contrattazioni a -3,61%.

Rosso per la Borsa di Milano e gli altri mercati europei