Roma in tilt per protesta ambulanti contro applicazione direttiva Bolkestein

(Teleborsa) – Giornata di paralisi per Roma, a causa di una manifestazione autorizzata degli ambulanti, per protestare contro l’applicazione della direttiva Bolkestein. La normativa europea imporrebbe infatti la messa a gara delle concessioni per attività commerciali su suolo pubblico, che coinvolge circa 12mila postazioni a Roma.

Gli ambulanti, partiti da Piazza della Repubblica, hanno bloccato anche il Grande Raccordo Anulare, paralizzando la circolazione della Capitale. Una protesta esplosa con violenza da una categoria che è stata già fortemente penalizzata dalla pandemia.

Il Consiglio Comunale si è riunito oggi pomeriggio per messa a gara delle postazioni, sostenendo la sponda della Sindaca Virginia Raggi, che non ha voluto sfruttare il maggior termine previsto dal decreto Rilancio, che ha previsto una proroga delle licenze sino a fine 2023.

“Quanto sta accadendo oggi a Roma è inaccettabile”, ha commentato duramente la prima cittadina di Roma, aggiungendo “non accettiamo ricatti da nessuno. Porteremo avanti il piano di riordino delle bancarelle nelle strade di Roma”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Roma in tilt per protesta ambulanti contro applicazione direttiva Bolk...