Roma: in aiuto dei “Ganz Trollini” 15 filobus BredaMenariniBus ordinati per la “linea che non c’è”

(Teleborsa) – Quasi otto anni di letargo per i 45 filobus romani acquistati dalla Breda Menarini di Bologna dalla Giunta Alemanno da destinare per l’allora e ancor oggi futuribile e fantomatico “corridoio di Tor Pagnotta”. Ordine di vetture oltretutto al centro di inchieste giudiziarie per inciuci e mazzette varie che hanno sicuramente contribuito al protrarsi del fermo. 

Che filobus nuovi di zecca fossero lasciati per tanto tempo in balia di pioggia e vento e degli altri elementi naturali ad accrescerne il declino non ha fatto in questi anni che riproporre incredulità e scalpore. Voci vere e presunte che negli ultimi giorni erano arrivate a sostenere che l’utilizzo dei filobus fosse oltretutto ostacolato da una precisa causa contrattuale che avrebbe impedito il servizio dei mezzi elettrici Menarini Bus su qualsiasi linea che non fosse il corridoio di Tor Pagnotta.

Ora l’Atac, nell’occhio del ciclone accusata di incredibili totali inefficienze, tenta il colpo di coda e lancia i filobus dello scandalo in aiuto dei Ganz Trollini del 90 Express letteralmente decimati dall’esaurimento delle molto costose batterie per permettere la cosiddetta “marcia autonoma”.

La carenza di mezzi pubblici che nella Capitale ha ormai raggiunto livelli intollerabili di cronicità sembrerebbe sia stata sbloccata dopo la recente visita a sorpresa del Sindaco Raggi appunto nel deposito di Tor Pagnotta. Qui erano stati trasferiti i filobus nel 2016 da Bologna dopo un settennato di “forzata sosta” in fabbrica nell’attesa della consegna. 

Così 15 delle vetture filoviarie BredaMenariniBus, modello Avancity Plus HTB, sono andate a implementare il servizio filoviario offerto da Atac per buona parte lungo la Nomentana tra Porta Pia e Largo Labia. L’unico servizio filoviario attivo sino ad oggi nella capitale, il 90 Express, con vetture bimodali Ganz Trollino da 18 metri acquisite durante l’era del Sindaco Veltroni. Una linea in realtà in partenza dalla Stazione Termini in modalità aste abbassate e ma alimentate dalle batterie sistemate sotto il pianale della cabina passeggeri, per poi a Porta Pia passare alla tradizionale alimentazione aerea da bifilare.

Ma le batterie dei Ganz Trollino hanno mostrato da tempo l’inarrestabile tendenza a perder colpi, ovvero al precoce esaurimento delle stesse, con nececessità sempre più frequente di acquistarne delle nuove, piuttosto costose in quanto a prezzi. Costi che avevano costretto l’azienda a ridurre sempre più l’utilizzo del filobus in favore di bus articolati che ne hanno fatto a lungo le veci. 

Ora i primi BredaMenariniBus, filobus bimodali anch’essi, ma con la differenza che al posto delle costose batterie ci sono motori diesel capaci di assicurarne la marcia anche nelle zone prive del filo aereo bifilare, hanno cominciate ad esser immesse in servizio sia sulla linea 90 Express che sull’altro Express 60 che utilizza la stessa rete di alimentazione elettrica dal capolinea Labia fino al termine della Nomentana, a Porta Pia. Per poi proseguire con motore diesel acceso ed aste abbassate per via XX Settembre, piazza della Repubblica e Via Nazionale, fino a piazza Venezia.

La disponibilità dei BredaMenariniBus, in particolare, permetterà di svolgere il servizio lungo la linea 90 Express integralmente con mezzi elettrici dal lunedì alla domenica. Una parte di queste vetture, inoltre, verrà utilizzata nelle giornate feriali anche lungo la linea 60 Express, attualmente esercita con sole vetture diesel, consentendo così una diminuzione dell’impatto ambientale. Gli altri vantaggi permessi già dall’uso dei primi “nuovi” 15 filobus consentirà ad Atac di utilizzare i bus prima impiegati su 90 e 60 express trasferendoli su altre linee, che quindi potranno godere di una maggiore regolarità.

I BredaMenariniBus, tutti dotati di trazione elettrica, possono essere alimentati sia tramite rete bifilare sia tramite motore diesel Euro 5. Le vetture sono lunghe 18 metri e possono trasportare un totale di 135 passeggeri con 28 posti a sedere. Tutti i mezzi sono stati sottoposti a pre-esercizio e successivo collaudo con i competenti organi ministeriali. Le vetture sono inoltre attrezzate per il trasporto disabili, con spazio per due carrozzelle, e dotate di pedane elettriche.

Roma: in aiuto dei “Ganz Trollini” 15 filobus BredaMenarin...