Roma contro il TTIP, in migliaia al corteo per dire “no” al trattato sul libero scambio

(Teleborsa) – Una grande manifestazione su scala nazionale ha attraversato la città di Roma, sabato 7 maggio, per dire “no” al TTIP (Transatlantic Trade and Investment Partnership) il negoziato tra Unione europea e Stati Uniti per l’apertura della più grande area di libero scambio conosciuta.

Alla protesta organizzata da Legambiente e vari comitati hanno partecipato migliaia di persone, provenienti da tutta Italia, convinte che l’accordo condotto “lontano dagli occhi indiscreti” dell’opinione pubblica e dei parlamenti, porterebbe ad una “messa in discussione di standard e normative ambientali e sociali”, considerate troppo spesso come impedimenti tecnici al libero commercio.

Per Legambiente l’intesa “rappresenta una minaccia” per i principi democratici, la sovranità e la sicurezza alimentare, la tutela dell’ambiente e dei diritti dei lavoratori. “Mette in pericolo” molte delle regole che oggi garantiscono la tutela dei consumatori, dei cittadini e dell’ambiente”.

Cortei, stand di piccoli produttori agricoli e associazioni, e tanta musica hanno caratterizzato la manifestazione nella Capitale. 

Per gli Stati Uniti, l’intesa commerciale “è uno strumento di aiuto anche per il Sud Europa” perché “creerà posti di lavoro”, ma i vari stati membri dell’UE guardano con scetticismo al trattato preoccupati che potrebbe diventare un potenziale strumento di dominio dell’Europa da parte dell’America.

Roma contro il TTIP, in migliaia al corteo per dire “no” a...