Roma Capitale punta alla sostenibilità. Collaborerà con ENEA, ISPRA, Difesa e GSE

(Teleborsa) – Importante passo avanti di Roma Capitale verso la sostenibilità, l’energia rinnovabile e pulita e la tutela dell’ambiente. Il Campidoglio ha infatti sottoscritto, nel corso di una cerimonia ufficiale, accordi di collaborazione su energia e ambiente con Ispra, Gestore Servizi Energetici (Gse), Enea e Ministero della difesa (Struttura Progetto Energia – Spe), con l’obiettivo di sostenere Roma nel percorso verso la finalizzazione del proprio Piano di Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima (Paesc) che la Capitale dovrà presentare entro novembre 2019.

Si tratta di collaborazioni di carattere tecnico-scientifico ed operativo volte all’analisi del potenziale delle fonti energetiche rinnovabili e dell’efficienza energetica, finalizzato alla riduzione delle emissioni di gas clima-alteranti e all’individuazione di azioni concrete da realizzare sul territorio di Roma.

“L’impegno della città di Roma, in linea con quelli assunti dall’Unione Europea, prevede la riduzione delle emissioni di gas climalteranti del proprio territorio di almeno il 40% entro il 2030“, ha detto il Sindaco Virginia Raggi, spiegando “i settori chiave sui quali puntiamo l’attenzione per ridurre le emissioni di gas serra sono la mobilità, le infrastrutture, gli edifici e gli impianti, oltre ad una nuova gestione dei rifiuti (materiali post-consumo) che prevede una continua riduzione verso l’obiettivo Rifiuti Zero“. 

“Roma Capitale sta organizzando anche una serie di incontri, con l’obiettivo di analizzare il potenziale di ogni fonte energetica rinnovabile sul territorio, così come il potenziale per l’efficienza energetica in alcuni comparti di interesse per la città”, ha sottolineato Pinuccia Montanari, assessore alla Sostenibilità ambientale di Roma Capitale.

La riqualificazione sostenibile degli immobili è un’opportunità straordinaria, un grande giacimento di risparmio, tenuto conto che i consumi degli immobili della PA sono ancora tra i più elevati rispetto alla media nazionale”, ha ricordato il presidente dell’Enea Federico Testa, aggiungendo che “l’Enea supporta le PA a realizzare interventi di efficientamento e diffondere l’efficienza energetica in edilizia, illuminazione e trasporti, oltre a sensibilizzare e informare sull’utilizzo delle incentivazioni previste dalla normativa vigente”, ha concluso.

“La firma di questo accordo con Roma Capitale, in sinergia con Enea, costituisce uno strumento per la valorizzazione del ruolo degli enti di prossimità quali attori strategici per lo sviluppo sostenibile del Paese”, ha confermato il presidente del Gse, Francesco Sperandini.

“La sottoscrizione dell’accordo odierno conferma la sensibilità della Difesa ai problemi legati all’energia e il ruolo esemplare trainante che il dicastero intende svolgere per contribuire allo sviluppo economico sostenibile del Paese”, ha affermato il direttore della Struttura di Progetto Energia (SPE) del ministero della Difesa, Francesco Noto.

“L’accordo firmato oggi rappresenta un ulteriore passo avanti per la tutela dell’ambiente e in direzione di uno sviluppo sostenibile, soprattutto per quanto attiene alle emissioni di gas climalteranti” ha dichiarato il presidente dell’Ispra Stefano Laporta.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Roma Capitale punta alla sostenibilità. Collaborerà con ENEA, ISPRA,...