Roche, ricavi in crescita grazie a domanda di test per Covid-19

(Teleborsa) – Roche, multinazionale svizzera attiva nei campi della farmaceutica e diagnostica, ha registrato un fatturato in aumento dell’8% a 31 miliardi di franchi svizzeri (oltre 28 miliardi di euro) nei primi sei mesi del 2021. L’utile netto è aumentato del 2% a 8,2 miliardi di CHF, circa 7,6 miliardi di euro. “Abbiamo ottenuto buoni risultati nel primo semestre, principalmente grazie alla domanda dei nostri nuovi farmaci e ai test Covid-19 – ha commentato Severin Schwan, CEO di Roche – La divisione Pharma ha ripreso a crescere nel secondo trimestre. Il business della diagnostica di base mostra un forte slancio”.

Il fatturato della divisione Farmaceutica è stato di 22 miliardi di franchi, in calo del 3%. Tuttavia, mentre le vendite nel primo trimestre sono state ancora fortemente influenzate dal COVID-19 (-9%), il secondo trimestre ha mostrato segnali di ripresa in alcune regioni (+4%). La divisione Diagnostica ha registrato una crescita delle vendite molto forte del 51% a 9 miliardi di franchi. In particolare, il portafoglio di test Covid-19 ha contribuito a un fatturato totale di 2,5 miliardi di franchi svizzeri (circa 2,3 miliardi di euro). la società prevede che la domanda di test Covid-19 diminuisca nella seconda metà del 2021.

La società ha confermato la guidance per l’intero 2021. Nonostante l’impatto negativo dei farmaci biosimilari, Roche prevede che le vendite crescano nell’intervallo “low- to mid-single digit”. L’utile per azione è destinato a “crescere sostanzialmente in linea con le vendite, a tassi di cambio costanti. Roche prevede di aumentare ulteriormente il dividendo in franchi svizzeri”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Roche, ricavi in crescita grazie a domanda di test per Covid-19