Risparmi: ecco come diversificare gli investimenti

Se volete far fruttare i vostri risparmi le possibilità sono tante. La cosa più importante? Diversificare gli investimenti con un portfolio ad hoc

Impegnare i risparmi sta diventando un argomento sempre più tabù. L’instabilità politica e le scosse che quotidianamente colpiscono Borse e Mercati inibiscono l’idea di far fruttare i soldi sul proprio conto. Il modo migliore per investire denaro in maniera sicura? Diversificare gli investimenti, creando un portfolio ad hoc in base ai nostri obiettivi finanziari.

Per non incorrere in casi drammatici come quelli accaduti presso alcune banche italiane, dove molti concittadini, qualche mese fa, avevano perso tutto impegnando ogni risparmio su pochi – e non sicuri – prodotti finanziari, è bene scegliere diverse possibilità di investimento. Ancora prima di partire, però, il suggerimento principale per chi ambisce a diventare un buon investitore, soprattutto se azionista, è quello di informarsi autonomamente. Leggere le notizie di economia, dare uno sguardo ai Paesi su cui investire o alle aziende in crescita aiuterà a farsi un’idea precisa su come funzionino banche e Borsa. Una volta pronti, è bene affidarsi a un consulente finanziario di fiducia e, insieme, cominciare a costruire il portfolio.

Le possibilità per diversificare al meglio i vostri investimenti sono tante. Al primo posto, rimangono ancora i BTp, anche se il mercato dei buoni dello stato è in continua evoluzione. In questo momento storico, è preferibile investire piccole somme mensili nel lungo termine. Questi titoli, in ogni caso, rimangono tutt’ora l’investimento più sicuro, permettendo un ritiro regolare delle cedole con i rendimenti.

Se siete più esperti e volete ottenere risultati più veloci e più ingenti, dovete lanciarvi nel mercato azionario. Grandi rendimenti equivalgono a rischi molto più alti di investimento, dunque ponderate alla perfezione quanto investire e su quali enti o aziende. Il mattone? Un tempo dava ottimi risultati, mentre al momento, a causa della bolla immobiliare dell’ultimo decennio, le case hanno perso valore. Secondo le regole di mercato, però, quando il prezzo scende è il momento di comprare, magari con l’intenzione di affittare il bene e ricavare un introito mensile regolare.

Le obbligazioni sono un’altra possibilità, ma assicuratevi che siano “garantite” e non soggette all’andamento delle aziende cui sono affiliate. Infine, ci sono i “beni mobili”. L’oro, anche se dal valore instabile e molto dispendioso da depositare in banca, può essere un bene rifugio, esattamente come altri materiali preziosi o quadri di valore.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Risparmi: ecco come diversificare gli investimenti