Rinnovabili, possibile joint venture tra ENI ed ENEL

(Teleborsa) – I due colossi energetici italiani ENI ed ENEL, sono pronti a lavorare insieme nel settore delle rinnovabili, allargando il progetto anche ad altri operatori del settore. 

“Stiamo parlando con Francesco ed altri interessati per fare joint venture sulle rinnovabili” ha detto stamane l’amministratore di ENI, Claudio Descalzi, in occasione della conferenza stampa a palazzo Chigi con il premier Matteo Renzi, i vertici di ENEL e Terna, proprio sulle rinnovabili.

Il top manager ha fatto sapere che il gruppo del cane a sei zampe “approverà gli investimenti per le rinnovabili a settembre” e “partirà a inizio 2017”. A livello globale, “l’investimento sarà pari a 700 milioni – 1 miliardo di euro. Prima tappa in Italia, con il fotovoltaico, con due siti in Sicilia, due in Sardegna e uno a Manfredonia.

“La collaborazione tra ENI ed ENEL sulle rinnovabili è una buona idea”, ha rilanciato l’amministratore di ENEL, Francesco Starace. “Siamo pronti a lavorare con loro su tutto quello che possiamo. Si tratta di schemi di collaborazione che possono essere fatti in qualsiasi modo fino alla joint venture” ha aggiunto il top manager. “Siamo contenti di farlo”.

Quanto agli investimenti di ENEL, Starace ha detto che il gruppo ha 2,2 miliardi di euro da mettere in campo, ma “dipenderà anche dall’evoluzione normativa italiana”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Rinnovabili, possibile joint venture tra ENI ed ENEL