Rinnovabili, le imprese del settore dicono no alla proroga degli incentivi

(Teleborsa) – Le associazioni che rappresentano le società attive nel settore delle rinnovabili si oppongono alla proroga di sei mesi degli incentivi, che sarebbero dovuti partire il 1° gennaio 2016 e vengono invece rinviati al 1 luglio 2016 nella formulazione definitiva del decreto. 

Il decreto sugli incentivi alle rinnovabili diverse dal fotovoltaico (biomasse, bioliquidi ecc.) ha ricevuto l’OK della Commissione europea a fine aprile, ma la stesura finale, competenza dei Ministeri dello Sviluppo, dell’Ambiente e dell’Agricoltura, ha inserito a sorpresa una proroga della validità a metà anno. 

Una decisione che le associazioni che rappresentano le società attive nel settore ritengono ingiustificata e che produrrebbe pesanti ricadute economiche ed occupazionali sulle imprese del settore, che avevano già pianificato forniture ed approvvigionamenti tenendo conto del testo originario.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Rinnovabili, le imprese del settore dicono no alla proroga degli incen...