Rinnovabili, arrivano nuovi incentivi per quelle non fotovoltaiche

(Teleborsa) – E’ stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il decreto per gli incentivi alle rinnovabili non fotovoltaiche, firmato dal Ministro dello Sviluppo Carlo Calenda, che ha un valore complessivo di 9 miliardi in 20 anni. Il decreto era stato approvato il 23 giugno scorso.

Il decreto in questione mette sul piatto 435 milioni di euro all’anno a favore dei nuovi impianti realizzati entro il 2016 diversi dal fotovoltaico. Il periodo di incentivazione ha una durata di 20 anni, eccetto che per il solare termodinamico che prevede un tempo più esteso di 25 anni. Gli incentivi termineranno al raggiungimento del tetto o comunque entro il 31 dicembre 2016.

Le rinnovabili non hanno tutte lo stesso peso: il pacchetto più consistente di 105 milioni viene assegnato alle biomasse, altri 98 milioni  al solare termodinamico, 85 milioni all’eolico (più 10 milioni per l’off-shore), 61 milioni all’idroelettrico e 37 milioni al geotermico. Vi sono poi altri 29 milioni per le “riqualificazioni” ossia gli interventi di ammodernamento di vecchie centrali delle rinnovabili.

Gli incentivi saranno assegnati con la procedura di aste al ribasso: entro il 20 agosto il GSE pubblicherà il bando e le domande si potranno presentare entro fine ottobre.

Cin la pubblicazione del decreto è arrivato anche il plauso dell’Associazione Energia da Biomasse Solide. “Un provvedimento – si sottolinea – che gli operatori del settore aspettavano da tempo e la cui attesa, durata quasi nove mesi, ha via via generato incertezze e preoccupazioni, creando non poche problematiche all’intera filiera delle biomasse solide”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Rinnovabili, arrivano nuovi incentivi per quelle non fotovoltaiche