Rilancio Sud: Confindustria e Sindacati firmano patto

(Teleborsa) – Il divario del Mezzogiorno nei confronti del Nord del Paese è una questione da sempre al centro del dibattito nazionale, da affrontare con urgenza. Non a caso, si parla spesso di un’Italia spaccata letteralmente in due. Bisogna agire e in fretta per fare in modo che il Sud torni a guadagnare terreno.

E, proprio in quest’ottica, il Presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, il Segretario generale della Cgil Maurizio Landini, la Segretaria generale della Cisl Annamaria Furlan e il Segretario generale della Uil Carmelo Barbagallo hanno sottoscritto un documento congiunto da trasmettere al Governo sulle priorità per il rilancio del Mezzogiorno. Le parti sociali condividono l’idea che il ritorno dell’Italia su uno stabile sentiero di crescita sia strettamente legato al rilancio economico e sociale del Mezzogiorno, che rappresenta un pezzo importante dsell’economia nazionale ma che mostra forti divari con le due principali leve di sviluppo, l’impresa e il lavoro, ancora sottoutilizzate, e con alcuni fra i principali fattori di sviluppo, come le infrastrutture e la capacità della pubblica amministrazione, con ampi margini di miglioramento.

INVESTIMENTI AL CENTRO – Confindustria e sindacati ritengono che l’attuale fase economica necessiti di uno sforzo ulteriore di promozione di investimenti, pubblici e privati, orientati all’innovazione e alla sostenibilità, al potenziamento delle infrastrutture, alla competitività, all’inclusione sociale e al miglioramento dei servizi pubblici per imprese e cittadini.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Rilancio Sud: Confindustria e Sindacati firmano patto