Riforma fiscale, CGIA: eliminare sistema saldo-acconto

(Teleborsa) – Sembra proprio che al fisco le informazioni sui contribuenti non manchino: la macchina tributaria dispone di un Sistema Informativo della Fiscalità costituito da 161 banche dati che dovrebbero cominciare a dialogare fra loro. Lo rileva la Cgia – specificando che si tratta di un dato teorico e fortemente provocatorio – secondo la quale ogni giorno l’ Amministrazione Finanziaria riceve e cataloga miliardi di dati di ogni genere che, però, solo in piccola parte riesce a “utilizzare”, in particolar modo, per contrastare uno dei principali problemi che affliggono il nostro Paese: l’l’evasione fiscale.


Ogni anno gli evasori sottraggono al fisco quasi 110 miliardi di euro e gli 007 riuscivano a recuperarne, nel periodo pre Covid, tra i 18 e i 20: questo vuol dire che, potenzialmente, si sa tutto su chi è conosciuto al fisco, mentre si branca nel buio nei confronti di chi non lo è.

Se la presenza di un gran numero di dati integrati fra loro è una condizione necessaria, ma non sufficiente, per porre il fisco veramente al servizio del cittadino-contribuente – scrivono gli Artigiani mestrini – “è altrettanto indispensabile attivarsi almeno su 2 altri fronti: ridurre il carico fiscale, magari azzerandolo per l’anno in corso a tutte le piccolissime attività; semplificare il sistema fiscale, in particolar modo per le nostre Pmi”.

In occasione della prossima riforma fiscale, l’Ufficio studi della CGIA auspica, ad esempio, che si proceda eliminando l’attuale sistema degli acconti e dei saldi, consentendo alle aziende di pagare le tasse solo su quanto hanno effettivamente incassato. Un’operazione trasparenza che consentirebbe di passare da un sistema di prelievo sugli incassi presunti a uno sugli incassi effettivi, eliminando non solo il sistema del saldo e acconto, ma pure la formazione di crediti fiscali e la conseguente attesa, da parte delle aziende, dei rimborsi fiscali che spesso arrivano con ritardi ingiustificabili”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Riforma fiscale, CGIA: eliminare sistema saldo-acconto