Riforma costituzionale, il Senato vota il via libera finale

Il Senato ha dato il via libera finale al Ddl Boschi, che prevede la riforma costituzionale e l’abolizione del bicameralismo perfetto. Il voto finale al provvedimento più discusso dell’anno è stato dato con 179 sì, 16 no e 7 astenuti. Ora il provvedimento passerà alla Camera, per poi tornare a Palazzo Madama per la seconda approvazione. Ultimo passo il referendum confermativo.

La votazione questo pomeriggio non è stata esente da tensioni: le opposizioni non hanno partecipato al voto e qualcuna ha anche lasciato l’Aula. Il Pd si è presentato quasi compatto al voto (tre senatori del Pd hanno votato contro), ma il fronte dei sì è passato anche con due voti di Forza Italia. 

Soddisfatto il Ministro Elena Boschi, che ha commentato l’approvazione con un post su Twitter: “Semplicemente una bellissima giornata. Per noi ma soprattutto per l’Italia. Grazie a chi ci ha sempre creduto. È proprio #lavoltabuona”. Il Presidente del Senato Pietro Grasso ha ricordato invece che “È stato un percorso lungo e segnato da momenti tesi: non sono state settimane facili”. 

Il Presidente dei senatori dem Luigi Zanda, commentando l’approvazione della riforma, ha voluto ricordare che “il dibattito è sempre stato un valore positivo, un punto di forza” del Pd. Di tenore diverso il giudizio del capogruppo di Forza Italia Paolo Romani che, riprendendo le parole del Ministro, ha commentato: “Non è una bella giornata nella storia della Repubblica”.

Riforma costituzionale, il Senato vota il via libera finale