Riforma ammortizzatori, Orlando accelera

(Teleborsa) – Il Ministro del Lavoro Andrea Orlando ha detto oggi, intervenendo a Mattino 5, di confidare di poter presentare “abbastanza presto” una riforma degli ammortizzatori sociali. Anche alla luce della fine del blocco dei licenziamenti, per quanto ci sarà una ripresa economica, secondo Orlando, questa “non porterà lo stesso numero di posti di lavoro e non è detto che lo porterà negli stessi ambiti”.

Per questo motivo sarà necessario “accompagnare” i lavoratori in una ricollocazione, attraverso le politiche attive del lavoro, che non possono far perno sul Reddito di cittadinanza, secondo il ministro. Questa “è stata una misura importante contro la povertà assoluta. Se non ci fosse stato nel pieno della pandemia, ci sarebbe stata una sofferenza incredibile. Dal punto di vista delle politiche attive, secondo me non era la sua funzione e non ha funzionato”, ha chiarito il ministro.

Per Orlando ci sarà bisogno di “di formazione e di strumenti che accompagnino le imprese nelle transizioni, che non necessariamente saranno crisi”. I nuovi ammortizzatori sociali, quindi, “devono servire ai lavoratori per riqualificarsi in costanza del rapporto di lavoro e alle imprese per investire, cambiare, senza pagare il prezzo di questo dei cambiamenti”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Riforma ammortizzatori, Orlando accelera