Riflessivi in avvio i listini europei

(Teleborsa) – Seduta prudente per le principali borse del Vecchio Continente, dopo il finale cauto di Tokyo e quello in rosso di Wall Street. Gli investitori restano perplessi in attesa di sviluppi sugli attriti tra Stati Uniti e Russia per la Siria ma anche alla luce di una possibile guerra commerciale tra USA e Cina. 

L’Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,237. L’Oro scambia a 1.351,1 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) avvia la giornata con guadagno frazionale dello 0,43%.

Torna a salire lo spread, attestandosi a 131 punti base, con un aumento di 3 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari all’1,81%. Oggi, 12 Aprile 2018, inizia il second round di consultazioni per la formazione del nuovo Governo italiano.

Tra le principali Borse europee debole Francoforte, che registra una flessione dello 0,21%, piatta Londra, che tiene la parità, senza spunti Parigi, che non evidenzia significative variazioni sui prezzi.

Piazza Affari inizia la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,11% sul FTSE MIB.

Viaggi e intrattenimento (+1,59%), Tecnologico (+0,91%) e Petrolifero (+0,66%) in buona luce sul listino milanese. Le peggiori performance sono quelle dei settori Telecomunicazioni (-0,82%) e Immobiliare (-0,73%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, continua a correre Saipem +1,85%, su una possibile nuova commessa in Uganda. Tonica STMicroelectronics che evidenzia un bel vantaggio dell’1,16%. Piccoli passi in avanti per Tenaris, che segna un incremento marginale dello 0,70%. Giornata moderatamente positiva per Banco BPM, che sale di un frazionale +0,66%. Le peggiori performance, invece, si registrano su Telecom Italia, che ottiene un -1,45% in attesa dell’assemblea del 4 Maggio per il rinnovo del Board. Si muove sotto la parità Moncler, evidenziando un decremento dello 0,95%. Contrazione moderata per Fineco, che soffre un calo dello 0,77%. Sottotono Italgas che mostra una limatura dello 0,70%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap Juventus (+1,60%), nonostante l’eliminazione dalla Champions League dopo la partita con il Real Madrid, Credito Valtellinese (+1,20%), El.En (+1,00%) e Banca Farmafactoring (+0,94%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Beni Stabili -0,99%. Dimessa Datalogic, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia. Fiacca Enav, che mostra un piccolo decremento dello 0,58%. Discesa modesta per IREN, che cede un piccolo -0,57%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Riflessivi in avvio i listini europei