Riflessive le borse europee. A Milano volano le banche

(Teleborsa) – Partenza sui livelli della vigilia per le borse europee, dopo il finale piatto di Wall Street e quello positivo di Tokyo.

L’Euro / Dollaro USA prosegue gli scambi con guadagno frazionale dello 0,22% mentre il petrolio (Light Sweet Crude Oil) sale a 40,49 dollari per barile.

Sulla parità lo spread, che rimane a quota 121 punti base.

Tra i mercati del Vecchio Continente, piccoli passi in avanti per Francoforte, che segna un incremento marginale dello 0,23%, dimessa Londra, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia, trascurata Parigi, che resta incollata sulla parità.

Ingessato anche il listino milanese, con il FTSE MIB che lima lo 0,21%.

Tra i best performers di Milano, si distinguono le banche grazie al varo del fondo Atlante, con una dotazione iniziale fino a 6 miliardi di euro, per intervenire sulle eventuali quote scoperte dei prossimi aumenti di capitale e l’acquisto dei crediti in sofferenza. In denaro Banca Mps (+4,16%), Banco Popolare (+2,80%) e Banca Popolare dell’Emilia Romagna (+2,09%).

Richiesta Mediaset (+2,90%), dopo la promozione di alcune banche d’affari sulla scia dell’accordo con Vivendi.

Le peggiori performance, invece, si registrano su Moncler -2,70% e Salvatore Ferragamo, che arretra del 2,43%. I titoli del lusso soffrono dei ricavi trimestrali deludenti di LVMH.

Tonfo di STMicroelectronics, che mostra una caduta del 2,25%.

Soffre Exor, che evidenzia una perdita del 2%.

Sul listino completo prese di beneficio su Rcs, dopo l’exploit della vigilia sull’OPS di Cairo.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Riflessive le borse europee. A Milano volano le banche