Rifiuti, Testa (ENEA): “Necessarie azioni concrete e approccio sul riuso”

(Teleborsa) – L’Italia ha fatto passi avanti sul tema del trattamento dei rifiuti, ma occorre porre l’attenzione sulla valorizzazione delle materie seconde ed agire a supporto della moltitudine di PMI riunite in distretti industriali. Lo ha spiegato Federico Testa, Presidente di ENEA, intervenendo ad “Acqua, aria, terra: azioni quotidiane per la sostenibilità”, il secondo appuntamento in streaming del ciclo di eventi organizzati da ANSA e dedicati ai temi della sostenibilità e dell’Agenda 2030.

Ricordando che la tutela dell’ambiente un tempo era “considerata un lusso”, Testa ha riconosciuto che “oggi è passata l’idea che fare sostenibilità sia fonte di un vantaggio competitivo”.

L’Italia ha fatto passi avanti sulla gestione dei rifiuti – ha sottolineato – ma “abbiamo ancora tante cose da fare, azioni concrete, che vadano oltre una generica sensibilità al trattamento di imballaggi, plastica e monouso”.

“L’Italia è un paese di distretti industriali, formati da tantissime imprese medio-piccole”, ha ricordato il Presidente di ENEA, aggiungendo che “per fare passi concreti occorre monitorare distretto per distretto”.

Testa ha ricordato l’importanza di individuare la quota di rifiuti che può “essere valorizzata e trasformata in materia seconda” utile ad altre imprese. Di qui l’importanza di impiegare specifiche “competenze” direttamente nei territori a sostegno dei singoli distretti.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Rifiuti, Testa (ENEA): “Necessarie azioni concrete e approccio s...