Rifiuti, ACEA lancia progetto mini-impianti compostaggio diffuso

(Teleborsa) – ACEA lancia il progetto del Compostaggio diffuso per la gestione dei rifiuti organici. Il progetto, realizzato in collaborazione con ENEA e Università della Tuscia e annunciato dall’AD di ACEA Stefano Donnarumma nel corso della giornata promossa dalla multiutility dal titolo “Impresa, sostenibilità, futuro”, su green economy, ambiente e innovazione, garantisce una minore produzione di rifiuti e un consistente risparmio sui costi di gestione per tutto il sistema di waste management nazionale, per la filiera di recupero della singola utenza. Nonché un positivo impatto sull’ambiente, grazie alla riduzione delle emissioni di gas serra dovuta all’eliminazione del relativo trasporto rifiuti su gomma e della raccolta puntuale sul territorio.

L’obiettivo dell’Azienda è l’installazione di 250 SmartComp entro il 2022 per realizzare in maniera diffusa un sistema dalla capacità di 25.000 tonnellate l’anno – pari a quella di un impianto localizzato che gestisce rifiuti organici prodotti da una città di 250.000 abitanti – con un risparmio stimato del 30% circa sui costi di gestione della filiera nazionale.

ACEA investirà 1,7 miliardi in Sostenibilità fino al 2022. “Questo progetto si inquadra nelle linee guida del Piano Industriale 2019-2022 del Gruppo che prevede investimenti in Sostenibilità per un totale di 1,7 miliardi, con un incremento di 400 milioni rispetto al Piano precedente – ha sottolineato Donnarumma.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Rifiuti, ACEA lancia progetto mini-impianti compostaggio diffuso