Rialzi a due cifre per Leone Film Group. Maite Bulgari entra nel capitale

(Teleborsa) – Rialzi a due cifre per Leone Film Group che a Piazza Affari sale del 24,88%. Stamane Maite Bulgari, già attiva da diversi anni nel settore delle produzioni televisive attraverso la società Anthos Produzioni (“Anthos”), è entrata nel capitale sociale di Leone Film Group acquisendo complessivamente una quota del 10,6% ad un prezzo di 4 euro per azione dagli attuali azionisti di controllo: Andrea e Raffaella Leone, Antonio Belardi che esercitano anche funzioni di amministrazione nella LFG. L’operazione ha un controvalore totale di 6 milioni di euro.

A seguito dell’operazione, Maite Bulgari, nel quadro degli accordi inerenti all’ingresso nel capitale del Gruppo, entrerà a far parte del Consiglio di Amministrazione di LFG con la carica di Vice-Presidente.

L’intesa tra le parti prevede inoltre un accordo di co-sviluppo e co-produzione di contenuti televisivi che consentirà ad Anthos e LFG di sviluppare ed espandere il proprio ruolo in un settore in profonda crescita come quello delle Fiction TV.

Per quanto riguarda, i dettagli dell’Operazione: Andrea Leone ha trasferito a Maite Bulgari 698.937 azioni della LFG, che rappresentano il 4.96% del capitale sociale della stessa, per un corrispettivo di Euro 2.795.748.

Raffaella Leone ha trasferito  698.937 azioni della LFG, che rappresentano il 4.96% del capitale sociale per un corrispettivo di 2.795.748 euro.

Antonio Belardi ha ceduto  102.126 azioni della LFG, che rappresentano lo 0,72% del capitale sociale per  un corrispettivo di 408.504 euro. 

Ad esito dell’Operazione, pertanto, il capitale sociale della LFG risulta suddiviso come segue: il 30,77% è detenuto da Andrea Leone;  il 30,72% è detenuto da Raffaella Leone;  il 10,64% è detenuto da Maite Bulgari; il 4,49% è detenuto da Marco Belardi.  Il rimanente 23,38% è negoziato sul mercato “AIM Italia” di Borsa Italiana .

Andrea e Raffaella Leone e Maite Bulgari, inoltre, nell’ambito dell’operazione, hanno sottoscritto un patto parasociale che prevede, tra l’altro, un periodo di lock-up  in forza del quale Maite Bulgari non potrà cedere le proprie azioni in LFG per un periodo di 3 anni, nonchè un diritto di prelazione a favore di Andrea e Raffaella Leone in caso di trasferimento di azioni della LFG da parte di Maite Bulgari una volta decorso il periodo di lock-up. Sempre ai sensi del menzionato patto parasociale, inoltre, sono previsti dei diritti di drag-along e di tag-along a favore di, rispettivamente, Andrea e Raffaella Leone, da una parte, e Maite Bulgari dall’altra.

Rialzi a due cifre per Leone Film Group. Maite Bulgari entra nel ...